Animali e piante dalle Americhe all’Europa in mostra al Forte Inglese di Portoferraio

Arriva per la prima volta a Portoferraio una importante mostra, proveniente dal Museo di Storia Naturale G.Doria di Genova, nata dalla collaborazione tra Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Portoferraio.

La scoperta delle Americhe

La scoperta delle Americhe costituisce, si sa, un momento di assoluto cambiamento nella storia. Per mettere a fuoco le conseguenze scientifiche, botaniche e zoologiche derivate dalla messa in contatto del Vecchio e del Nuovo Mondo, il museo di Storia Naturale di Genova, ha organizzato questa esposizione che ne ripercorre gli effetti scientifici.

Castori, pappagalli, anatre, tacchini, visoni, pesce persico, procioni, cervi, nutrie. Ma anche tabacco, zucche e zucchine, pomodori, patate dolci, ananas, girasoli, mais, fagioli, cotone (americano), peperoni. Animali e piante che sono arrivati in Europa dopo la scoperta dell’America, il 12 ottobre 1492.

Ma oggi sappiamo che piante e animali viaggiarono in entrambe le direzioni. Nei secoli successivi i navigatori europei portarono nel nuovo continente molti prodotti comuni sulle nostre tavole, come asparagi, cetrioli, carciofi, cardi, cavoli, lattuga e sedano, melograni, more e pere.

Sono prese in esame le vicende delle diverse specie zoologiche e botaniche che sono state importate in Europa come tali, piante coltivate e naturalizzate, animali allevati e liberi in natura, che hanno attraversato l’Oceano Atlantico per ragioni e fini diversi. Viene affrontato anche il trasferimento di prodotti di origine animale e vegetale che, pur restando in patria, hanno influito sulla nostra civiltà con i loro derivati, come per esempio le materie prime per l‘industria della gomma, le materie tintorie, i farmaci, i legni per l’ebanisteria, le pelli e pellicce, gli alimenti come il cacao o i frutti esotici, gli aromi.  L’esposizione è frutto del lavoro di zoologi, botanici, storici dell’economia, dell’arte, dell’agricoltura etnologi, medici, farmacologi, esperti in fitopatologia, in gastronomia.

L’esposizione, che fu realizzata nel 1992 dal Museo Civico di Storia Naturale di Genova, proprio 500 anni dopo la scoperta del contenente americano, è una sintesi scientifica e divulgativa ancora oggi di grande efficacia, frutto del lavoro di zoologi, botanici, storici dell’economia, dell’arte, dell’agricoltura, etnologi, medici, farmacologi, esperti in fitopatologia e in gastronomia.

La mostra che si tiene al Forte Inglese di Portoferraio, comprende 30 pannelli e resterà aperta fino a giugno, nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 17 alle 19. La  visita  delle scuole è su appuntamento.

Articoli correlati

A primavera l’Elba si prepara ad accogliere le rondini

Tu sei come la rondine che torna in primavera. Ma in autunno riparte; e tu non hai quest’arte. Tu questo hai della... Leggi tutto

Il bello della Natura: gli appuntamenti di Inverno nel Parco

I molti aspetti della Natura, la sua bellezza estetica, la sua traboccante, misconosciuta biodiversità. Il buon vivere quotidiano, alla ricerca di un... Leggi tutto

Natale all’Elba: presepe vivente, canto della Befana ed Epifania a Rio nell’Elba

A Rio nell’Elba il Natale è una festività molto sentita. Il piccolo borgo è una location semplicemente perfetta per tutti gli allestimenti... Leggi tutto

Cerca
0 Adulti
0 Bambini
Animali
Cerca

Maggio 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Guests

Compare listings

Compare

Compare experiences

Compare
Impostazioni Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Apri chat
1
Chatta con noi!
Ciao! 👋
Benvenuto nella chat di Appartamenti Isola d'Elba. Apri la chat per scriverci un messaggio su whatsapp, risponderemo il prima possibile!