Da Marciana a San Cerbone: Festival del Camminare

La prima escursione del mio primo Walking Festival. Il ritrovo per il gruppo è fissato, nella prima mattinata, alla Casa del Parco di Marciana. I partecipanti arrivano alla spicciolata, qualche nuvola si assiepa sul Capanne, …

ma le previsioni non annunciano pioggia. Federica, la guida, prepara l’attrezzatura per tutti: le bacchette per la camminata Nordica sono messe a disposizione di tutti i partecipanti che non le possiedono. Federica le allunga o le accorcia a seconda della statura di ognuno: le bacchette devono arrivare all’ombelico! Solleviamo un po’ le magliette, o indichiamo, sotto le camicie, il punto esatto. Poi Federica ci mostra come infilare il piccolo guanto aperto sulle mani. In pochi attimi siamo tutti pronti per l’escursione. E ci avviamo.Ci fermiamo un attimo sulla terrazza antistante la Fortezza: uno splendido punto panoramico dove sostare, mentre la guida ci racconta un po’ la storia di Marciana, del paese, delle campagne circostanti…

Poi ci avviamo per la strada carrabile alle spalle della Fortezza, che dopo pochi metri diventa una strada sterrata. Intorno a noi cominciano a sfilare i castagni, caratteristici di questa zona.

La strada sale dolcemente. Federica comincia a darci qualche spiegazione sull’attività di oggi, la camminata nordica. Il senso di queste bacchette è quello di recuperare, per il bipede, una parte della sua postura di antico quadrupede, facendo lavorare tutto il corpo, e non soltanto, come nel trekking classico, la parte bassa. Inizialmente un po’ intimiditi da questo prolungamento delle nostre braccia, ne sperimentiamo presto i benefici: camminiamo più eretti, con meno sforzo, e sentiamo davvero il coinvolgimento di tutti i muscoli nella camminata.

Lungo il sentiero osserviamo vari animali, tanti uccelli cantano intorno a noi. Una pozza con i girini offre a mia figlia l’occasione per una piccola lezione di scienze naturali. Poco dopo, nel bosco che costeggia il sentiero, fa la sua comparsa un piccolo muflone: non sembra spaventato dalla nostra presenza e si lascia osservare, a pochi metri di distanza. Si aprono scorci panoramici, mentre ci esercitiamo a posizionare correttamente le bacchette. Una passeggiata davvero per tutti, che in poco più di un’ora ci porta a raggiungere un bivio, dove una piccola deviazione raggiunge la grotta del santo, dove si rifugiava durante il suo eremitaggio.La discesa è un po’ meno agevole, segue il sentiero n.1, quello stesso che, percorso in direzione inversa, ci porterebbe in vetta al Capanne: nulla vieta però, a chi lo desideri, tornare indietro per la stesso percorso. La via si fa più stretta, la valle più chiusa: entriamo nel cuore del bosco. E’ un cammino più raccolto, senza la distrazione dei panorami: Federica ci mostra alcune piante, con le loro caratteristiche.

Fra tutte l’agrifoglio, che presenta due diversi tipi di foglie: quelle appuntite, note a tutti nell’immaginario natalizio, sono solo quelle più basse, usate dalla pianta per difendersi dai predatori… erbivori. Le foglie più altre della pianta si stondano, perdendo questa caratteristica: gli animali non possono più raggiungerle, e la difesa… non serve più!La sorpresa più gradita è quella dei ciclamini selvatici: nel bosco che già tende ad ingiallire, sono un’emozionante macchia di colore.

In questa nostra isola, davvero, “il mare è solo l’inizio”. Tempo di percorrenza: 3 ore andata e ritorno; dislivello: 150 mt.

Emma Borasi. Social Media Manager Turismo Sostenibile

Articoli correlati

Animali e piante dalle Americhe all’Europa in mostra al Forte Inglese di Portoferraio

Arriva per la prima volta a Portoferraio una importante mostra, proveniente dal Museo di Storia Naturale G.Doria di Genova, nata dalla collaborazione... Leggi tutto

A primavera l’Elba si prepara ad accogliere le rondini

Tu sei come la rondine che torna in primavera. Ma in autunno riparte; e tu non hai quest’arte. Tu questo hai della... Leggi tutto

Il bello della Natura: gli appuntamenti di Inverno nel Parco

I molti aspetti della Natura, la sua bellezza estetica, la sua traboccante, misconosciuta biodiversità. Il buon vivere quotidiano, alla ricerca di un... Leggi tutto

Cerca
0 Adulti
0 Bambini
Animali
Cerca

Marzo 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
  • 30
  • 31
0 Guests

Compare listings

Compare

Compare experiences

Compare
Impostazioni Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Apri chat
1
Chatta con noi!
Ciao! 👋
Benvenuto nella chat di Appartamenti Isola d'Elba. Apri la chat per scriverci un messaggio su whatsapp, risponderemo il prima possibile!