L’autunno di Poggio e Marciana: borghi antichi, boschi di castagno, sagre gustose

Nei mesi autunnali l’Elba assume la sua veste più intima e fiabesca. Domina su tutto l’atmosfera raccolta, silenziosa, che predispone all’ascolto dei suoni naturali. Nel versante occidentale, ricoperto di ampi boschi un tempo governati a ceduo, colpiscono i vibranti colori vermigli del foliage, mescolati ai verdi più scuri del sottobosco, alle delicate sfumature degli azzurri marini, che amplificano le emozioni e rendono il paesaggio ancora più  incantevole. Questa parte dell’isola, raccolta intorno alle pendici morbidamente digradanti del monte Capanne, in questo periodo diventa meta prediletta degli abitanti e dei turisti.

I paesi di Marciana e Poggio offrono la loro veste migliore e richiamano più gente del solito per le deliziose feste dedicate alla castagna. E’ questo il tempo migliore per fare rigeneranti passeggiate lungo la rete di vecchi sentieri che li collega. La meraviglia per gli occhi è costituita dai colori intensi e fiammanti delle chiome arboree, che mettono in scena uno spettacolo naturalistico unico e appagante, le calde tonalità del giallo ocra, del ruggine e dell’arancio. Il sommesso rumore prodotto dai passi che calpestano le foglie secche è l’unico rumore che si percepisce. Profumi inebrianti di bosco, di muschio e terra umida ci portano ad una totale fusione con la natura umbratile, intima di questo versante insulare.Poggio, frazione del comune di Marciana, è un prezioso gioiello urbanistico di antica origine. Circondano il borgo ampi boschi di castagno, che caratterizzano questo tratto montuoso di territorio elbano, ovunque si rivolga lo sguardo, si intravede la cima del monte Capanne. Il grazioso paese è collocato in posizione panoramica, con una struggente vista sul mare. E’ un borgo di fondazione medievale,  dalla planimetria tortuosa, fatta di vicoli stretti e ripidi, intorno a una piccola piazza da cui si gode una  visuale spettacolare sulla campagna digradante, verso il canale di Piombino e la costa tirrenica.
Il vicino borgo di Marciana è uno dei paesi più antichi e ricchi di testimonianze storiche e archeologiche. La nobile famiglia degli Appiani scelse questo borgo come residenza principale e ne fece un paese di rilevanza storica. Qui venne eretta una fortificazione pressoché inespugnabile, dalle mura possenti, per difendere la fonderia e la zecca dalle incursioni piratesche, ancora oggi visitabile al margine dell’abitato. Tutto il paese conserva elementi architettonici e decorativi di chiara impronta medioevale: un maestoso arco d’accesso al borgo, portali scolpiti e listati in granito, lastricature, forme apotropaiche incastonate nelle murature. Va visitato il piccolo museo archeologico, dove sono esposti reperti d’epoca etrusca e romana, aperto da metà aprile a metà ottobre.Da Poggio si può arrivare alla vicina Marciana, lungo un itinerario pedestre accessibile a tutti, adatto sia al trekking sia alla mountain bike. Il sentiero, in parte lastricato, come si usava all’antica, passa accanto al  romitorio di San Cerbone, suggestiva, piccola architettura sacra, totalmente immersa nei sontuosi boschi di castagni. Una strada sterrata parte dalla provinciale Poggio -Marciana, all’altezza del cimitero del paese. Il percorso vi farà attraversare un castagneto secolare, e una rigogliosa vegetazione arbustiva dalle bellissime fioriture. Dalla piazza di Marciana si può raggiungere il sentiero Cai n.1 che vi condurrà alla cime del monte Capanne(1019 m.s.l.m). Partendo invece dalla base della Fortezza, un sentiero vi condurrà alla Madonna del Monte, luogo di culto fondato nel 1300, che oggi ha una veste architettonica settecentesca, adagiato sul versante settentrionale del monte Giove  (627 metri s.l.m).
La castagna è un frutto che qui viene coltivato fin dai tempi antichi. Più tipicamente noto nelle tante zone boscose dell’Appennino, è però storicamente alla base di numerosi piatti e prodotti tipici anche di questa parte dell’Elba. Anche qui si è sempre fatto il castagnaccio aromatizzato al rosmarino, si è sempre preparata un’ottima marmellata di marroni e il miele di castagno, dal sapore intenso e inconfondibile, è un prodotto di eccellente qualità.
Ogni anno, la penultima domenica di ottobre a Marciana si tiene la prima Festa della Castagna. E’ l’evento pubblico che decreta il definitivo ingresso nell’autunno, e richiama molto pubblico. Caldarroste, e piatti della tradizione vengono offerti all’ora di pranzo dagli stand organizzati dalla gente del paese. La musica delle formazioni locali fa ballare tutti. Un’occasione attesa dagli abitanti e dai turisti più attenti, il primo appuntamento con la stagione del raccoglimento e del cibo di conforto, delle feste intorno al camino, delle giornate da dedicare a se stessi dopo il tanto lavoro estivo.

Ma gli appuntamenti con la gastronomia dell’autunno continuano. Imperdibile infatti la festa della Castagna di Poggio. Molto curata, si tiene l’ultima domenica di ottobre e viene egregiamente organizzata nella piazza del Castagneto dalla Condotta Slow Food dell’Isola d’Elba, dal Circolo Amici di Poggio e dal Comune di Marciana. Forse più che una vera e propria sagra, la si può definire come il pubblico trionfo della gastronomia autunnale elbana. Tra i vicoli del paese sono allestiti graziosi stand gastronomici, che vi faranno assaporare ogni ben di dio a base di castagne. Dalle ricette più tradizionali a esperimenti culinari insoliti, improntati alla creatività dei cuochi locali. E’ una festa davvero carina e per questo molto, molto partecipata, non solo perché vi farà assaggiare sorprendenti squisitezze, ma per la formula elegante e popolare che la contraddistingue.

Alla festa del Poggio troverete pane di castagne, tagliatelle, necci, castagnacci, mieli, frittelle, biscotti, torte, marmellate, polente, caldarroste e anche birre artigianali aromatizzate e ogni anno una sorpresa diversa. La festa è gremita fin dalle prime ore della mattina, gli spazi del paese sono piccoli, le strade di accesso strette, per questo viene attivato un utilissimo bus-navetta per raggiungere il centro del paese senza fare code e problemi di parcheggio. Il programma prevede, oltre agli stand gastronomici, tanta musica dal vivo e un imperdibile trekking guidato attraverso il restaurato sentiero dei castagni di Poggio, che parte alle ore 9 dal paese e vi riporterà alla festa intorno alle ore 12.
Per chi desiderasse saperne di più, si può contattare l’organizzazione ai numeri 348 8720683 o 339-4419990.

Articoli correlati

Animali e piante dalle Americhe all’Europa in mostra al Forte Inglese di Portoferraio

Arriva per la prima volta a Portoferraio una importante mostra, proveniente dal Museo di Storia Naturale G.Doria di Genova, nata dalla collaborazione... Leggi tutto

A primavera l’Elba si prepara ad accogliere le rondini

Tu sei come la rondine che torna in primavera. Ma in autunno riparte; e tu non hai quest’arte. Tu questo hai della... Leggi tutto

Il bello della Natura: gli appuntamenti di Inverno nel Parco

I molti aspetti della Natura, la sua bellezza estetica, la sua traboccante, misconosciuta biodiversità. Il buon vivere quotidiano, alla ricerca di un... Leggi tutto

Cerca
0 Adulti
0 Bambini
Animali
Cerca

Febbraio 2024

  • L
  • M
  • M
  • G
  • V
  • S
  • D
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
  • 10
  • 11
  • 12
  • 13
  • 14
  • 15
  • 16
  • 17
  • 18
  • 19
  • 20
  • 21
  • 22
  • 23
  • 24
  • 25
  • 26
  • 27
  • 28
  • 29
0 Guests

Compare listings

Compare

Compare experiences

Compare
Impostazioni Cookie
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Apri chat
1
Chatta con noi!
Ciao! 👋
Benvenuto nella chat di Appartamenti Isola d'Elba. Apri la chat per scriverci un messaggio su whatsapp, risponderemo il prima possibile!